Vittorie sotto la pioggia, non copiosa ma perseverante, per il convegno di trotto andato in scena oggi pomeriggio, giovedì 15 aprile, all’Ippodromo del Mediterraneo di Siracusa.  Il centrale trova un Belfagor FI che iscrive la sua terza vittoria in curriculum costringendo a piazza d’onore il più atteso Borislav Mabel. Lorenzo La Rosa decide di imporsi come battistrada già a metà della addirittura opposta del 2200 metri del Premio Leonforte e lasciare dietro sé, sia il più atteso portacolori della Tre Assi, che Bloomerg Bi che con Giuseppe Messineo fa comunque una buona performance.

In apertura in tutta evidenza Carabela che riscatta l’ultima opaca prestazione e si impone alla regolare Cris d’Asa e al prestante Cannibal FI.

La II Tris Nazionale, legata al Premio Piazza Armerina, registra, invece, l’arrivo a sorpresa di un Saiano Lod che si ripropone come protagonista e dimostra talenti  celati negli ultimi due confronti. Tra i partecipanti delle Categoria E ed F, si impone a Tatù, che riprende quota, e ad Amour dell’Olmo che dimostra di preferire sicuramente i  1600 metri. In cabina di regia, per il portacolori di Rosario Vaccaro, c’è Giuseppe Salomone che si mette in luce anche nella quarta competizione riservata agli Allievi con il regolare Bellokam.

In un Premio Agira particolarmente affollato, in chiusura di convegno, Altair sfodera la sua buona forma e piazza, con Andrea Buzzitta in sulky, la vittoria sulla novità napoletana Zuritos RL e su Arabesque BI che non raccoglieva da un po’.

Per completezza di cronaca, nella Categoria G del Premio Barrafranca, ancora in progresso è Zigo Yang SM che vince sotto la direzione di Angelo Basso.

Siracusa, 15 Aprile 2021