Posta sulla costa sud-orientale dell’isola, Siracusa e il suo territorio offrono una storia millenaria: la Città fu fondata intorno all’anno 734-733 a.C., ad opera dei Corinzi. Divenne la principale polis della Sicilia greca e vasta metropoli dell’evo classico.[N 1] Primeggiò per potenza e ricchezza con Atene, rivestendo un ruolo fondamentale per lo sviluppo della cultura nel mondo antico. Fu patria di grandi artisti e filosofi, dando i natali a colui che viene definito il più grande scienziato dell’antichità: Archimede.
Meta turistica d’eccellenza per la sua storia millenaria: Il patrimonio archeologico di Siracusa si trova distribuito per tutto il suolo urbano e extraurbano. Lungo tutto il percorso del siracusano si ritrovano importanti resti archeologici. Nella lunga lista si annoverano numerose necropoli, come quella di Stentinello, dalla quale provengono le più antiche ceramiche (6000 a.C.), di Thapsos, di Ognina, del Plemmirio. Mentre all’epoca greca e a quella romana appartengono le colossali e monumentali testimonianze archeologiche: le alte latomie, che ovunque segnano la città, ne sono un importante esempio.
Siracusa possiede una delle più vaste aree archeologiche del Mediterraneo, rappresentata dal parco archeologico della Neapolis, al cui interno si trovano molti dei monumenti più significativi e storicamente evocativi della città: il teatro greco, la grotta del Ninfeo, la Via dei Sepolcri, l’Orecchio di Dionisio, l’acquedotto Galermi, l’Ara di Ierone, l’anfiteatro romano, l’arco trionfale di Augusto, lapresunta tomba di Archimede e così via. Non mancano al suo interno nemmeno testimonianze archeologiche medievali, come i resti dei mulini di Galerme.
Le feste popolari più importanti sono quelle religiose. La più famosa a livello nazionale è laFesta di Santa Lucia a Siracusa del 13 dicembre, quando si svolge la processione diSanta Lucia. La processione che parte dal duomo e arriva alla chiesa di Santa Lucia fuori le mura alla quale i fedeli più devoti partecipano a piedi scalzi. La processione è chiusa da un corteo di paggi in abiti settecenteschi, che fanno da cornice alla “Carrozza del Senato”, splendido esempio dell’arte barocca siracusana. Il simulacro rimane esposto ai fedeli per otto giorni al termine dei quali viene rifatta una processione che riporta il simulacro al Duomo per poi essere rinchiusa all’interno della sua cappella dove viene conservata fino alla festa di Santa Lucia delle quaglie tradizionalmente fissata per la prima domenica di maggio.
La cucina siracusana rientra nella dieta mediterranea, per cui i suoi alimenti sono composti principalmente da pasta, pesce, carne, latticini, legumi, agrumi e verdure; rinomati sono i suoi dolci.
Tra gli eventi più importanti: a oggi si rivivono i fasti del teatro greco grazie alle Rappresentazioni classiche, organizzate ogni anno dall’INDA (“Istituto del Dramma Antico”).
Un altro evento è l’Ortigia Festival; Siracusa per l’occasione ospita rappresentazioni teatrali moderne e spettacoli di musica e danza tenuti nei luoghi più suggestivi della città.
La città di Siracusa ha una tradizione legata a diversi tipi di sport. Tra gli avvenimenti sportivi più importanti avvenuti in città è da annoverare il passaggio della torcia olimpicadiretta nella capitale d’Italia durante le Olimpiadi di Roma nel 1960;
Il 18 agosto di quell’anno la nave scuola Amerigo Vespucci giunse a Siracusa, arrivava dalla Grecia, da dove aveva prelevato il fuoco olimpico, fece tappa nei pressi della Fonte Aretusa, qui, dopo la cerimonia d’arrivo, venne consegnata la fiaccola olimpica al primotedoforo italiano, che fu il siracusano Concetto Lo Bello, il quale aprì la staffetta che dalla Sicilia sarebbe giunta fino a Roma.
Il principale impianto sportivo di Siracusa è il centro polivalente situato in zona Tisia. Attorno alla struttura portante del palasportConcetto Lo Bello, vi sono situati diversi impianti sportivi destinati a svariate attività: una piscina, un campo da basket e pallamano, una pista per il pattinaggio di velocità e un campo da tennis.
Un po’ più lontano sorge il campo scuola Pippo Di Natale, struttura adibita all’atletica. Lo stadio “Nicola De Simone” è invece il principale impianto calcistico della città. Altri impianti sportivi sono: Il centro sportivo ERG; il centro sportivo Fortuna; il campo sportivoFranco Bianchino; centro sportivo Pantanelli; il polivalente Giorgio Di Bari.
La città dispone inoltre del Circuito di Siracusa adibito all’automobilismo e al motociclismo. Localizzato a sud di Siracusa in passato ha ospitato anche gare di Formula Uno. Sono attualmente in corso i lavori per renderlo nuovamente operativo ed aperto al pubblico.
Essendo l’ippica una disciplina molto praticata sul territorio siracusano, è stato costruito nei pressi di Cassibile l’Ippodromo del Mediterraneo dove si svolgono regolarmente corse di cavalli sia a livello nazionale che internazionale.