Pronostici scompigliati da arrivi a sorpresa su pista appesantita da abbondanti piogge. Al Mediterraneo di Siracusa, il trotto vede vincere chi, forte di una buona forma, si adatta anche al particolare terreno di gara. Apre la passerella delle inattese, quanto ben pagate vittorie, Aldobaraldo Bar, nella reclamare di prima corsa circoscritta a professionisti. Segue, sui successivi 2200 metri, l’ottima performance di Biagio Chuck SM (con quota al Vincente 17.26), per poi arrivare in Categoria G al produttivo allungo di Royal Viking (questa la corsa con la trio più pagata: 1051,20).

Solo il centrale, Premio Selvole Lung, rispetta i pronostici con un Zadig del Ronco che ha troppa stoffa per seguire l’andamento dei precedenti arrivi. In campo scende da protagonista con in sulky un Dario Di Maio che si regala, proprio con l’allievo di Gaspare Lo Verde, un bel doppio in giornata. Costruisce al largo di tutti la sua azione finale, decisiva ed efficace nel fargli guadagnare quelle lunghezze utili alla vittoria. E in una Condizionata sul miglio, riservata a cavalli di 5 e 6 anni, i tempi fatti registrare, peraltro, non sono mica male. Tira fuori tutti i suoi mezzi anche Zonk di Girifalco che insieme alla proficua risalita di Zircovia Cis compongono il podio.

Poi si ricomincia con le corpose quote al Betting. Nella quinta competizione, una Condizionata riservata a Gentlemen, il primo posto è di Artak. Quindi il Premio Gaia Cucinotta, con la famiglia pronta a donare targhe e riconoscimenti a memoria della cara figliola. Una II Tris che è Invito riservato a proprietari-gentleman e che trova Tatù e Giuseppe Biondo in perfetta e trionfante sintonia. Prima dell’ultima curva l’allievo di Gaspare Lo Verde, che così fa tripletta, pedina Zolà, per poi andare via seguita dalla veloce Zeta Cash e da Zum LC.

Anche l’ultima Condizionata rispetta l’imprevedibile giornata e trova la chiara criniera di Bionda De Gleris avanzare sul resto del gruppo… ed è successo.

Siracusa, 24 Novembre 2020